L'opera di Stefano Reali rivisitata in chiave teatrale

Si parla sempre di malasanita' e come non mai la commedia di ieri sera, giovedi 28 Febbraio, al Teatro traetta di Bitonto, ha dato lo sunto al pubblico presente di sorridere delle "disgrazie altrui", ma di pensare a quello che purtroppo accade molto spesso nelle corsie di ospedale.Una commedia nata casualmente e veramente vissuta dal regista durante un'operazione al ginocchio nel 1989, che ha svelato le verita' nascoste della compravendita,vera o romanzata, di posti letto in ospedali.

E' la storia di Massimo ( Uno sbruffoncello romano di 35 anni, con problemi ai legamenti - Nicolas Vaporidis) che grazie alla raccomandazione entra in un grande ospedale romano per essere sottoposto ad una ricostruzione che lo riportera' a rimettere i piedi sui campi di calcetto da lui tanto amati, e di Luigi (veterano di lunga degenza - Antonio Catania) che cerchera' in ogni modo di "distrarlo" da quella ricerca affannosa dell'operazione a lui dedicata.

Quello che non e' chiaro a tutti e' chi sia veramente Massimo......se uno spione che deve smascherare il truffatore dei posti letto, o colui il quale alla fine verra' truffato anch'esso da Luigi che ormai in quella camera di ospedale ha messo le radici da circa sei anni.

Una bella commedia sullo sfondo dei mondiali di Italia 1990, che porta inesorabilmente a tutta una serie di equivoci da chiarire, ed ad una realta' piuttosto evidente in alcune situazioni, per "rimpolpare" le degenze d'oro in alcune strutture private.

Ottimo il cast a partire dai due protagonisti Antonio Catania e Nicolas Vaporidis, molto affiatati sul set e in sintonia sulle battute a ritmo serrato in scena, supportati dall'infermiere sempre "poco affine al suo lavoro" Giorgio Gobbi e alla caposala Gabriella Silvestri, anch'essa non libera da "raccomandazioni cercate" per lei ed il proprio figlio, sotto la supervisione dell'aiuto primario Marco Giustini. Una commedia dove tutto e tutti mettono in luce la propria umanita' nascosta dalla bramosia dell' "arrivare allo scopo finale".

DA VEDERE SICURAMENTE

Prossime tappe pugliesi San Severo, Cerignola e Nardo'.


Condividi su:

torna indietro