"La processione secondo Michele"

Solitamente l'uscita di un libro ha sempre qualcosa di interessante nella sua attesa.Quando l'autore decide un nuovo lavoro, sa gia' cosa e chi ci sara' dentro,quali sfondi faranno capolino dal suo scritto e quale sara' l'atmosfera che sara' cardine delle sue parole. Questa volta il nuovo libro della bella e brava scrittrice bitontina Chiara Cannito , ha un sapore molto delicato ma al tempo stesso pregno di significati, perche' va a scoprire un lato nascosto immerso nella tradizione millenaria delle processioni della nostra citta'.

Il titolo stesso fa riferimento ad una figura importantissima nelle processioni solenni che si tengono durante il periodo della Pasqua e non solo,e cioe' la figura di colui che sorregge la statua,dello "Statujir", nel loro cammino fatto non soltanto di fede, ma anche di devozione e di onore oltreche' di rispetto.

Un libro dove Chiara esalta tutta la preparazione di chi in quel giorno particolare si spoglia della quotidianita',al servizio della sacralita' dell'atto che a breve dovra' compiere. Un libro da leggere tutto d'un fiato, che magicamente ti trasporta nelle tradizioni cosi' importanti e vissute appieno dalla popolazione.

Il libro e' stato presentato nella Chiesa di San Domenico il 1° Giugno alla presenza tra gli altri dell'autrice, della professoressa Minenna,profonda conoscitrice delle tradizioni bitontine,e del protagonista del libro Michele che ai nostri microfoni hanno trasferito tutta la loro emozione nell'aver preso parte alla stesura del libro. Un libro certamente da non lasciarsi scappare per chi ama la magia delle tradizioni.


Condividi su:

torna indietro